SAIM sostiene il FAI

by
SAIM sostiene il FAI

Saim quest’anno ha deciso di sostenere il FAI – Fondo Ambiente Italiano attraverso l’adesione al programma di membership aziendale Corporate Golden Donor.

A fianco del FAI vogliamo realizzare un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavorare e crescere i nostri figli. Il patrimonio paesaggistico e culturale, che il FAI salvaguarda e promuove, rappresenta infatti un capitale unico al mondo e la risorsa fondamentale su cui investire per far rinascere, sviluppare e valorizzare il nostro meraviglioso Paese. Grazie al sostegno dei suoi numerosi aderenti, sia privati cittadini che aziende, il FAI da oltre 40 anni tutela e gestisce ben 57 beni su tutto il territorio nazionale. Importanti insediamenti storici, artistici e paesaggistici salvati dall’incuria, restaurati, protetti e aperti al pubblico.

Ogni giorno il FAI si impegna a proteggere e rendere accessibili a tutti splendidi gioielli d’arte, natura e cultura disseminati nelle campagne, nelle città e sulle coste del nostro Paese; a educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e a farsi portavoce delle istanze della società civile vigilando e intervenendo attivamente sul territorio.

Vogliamo un’Italia più tutelata e più bella.
Con il FAI lavoriamo per costruirla.

Salone di Genova: l’efficienza energetica

by
Salone di Genova: l’efficienza energetica

Ascomac Unimot prosegue nella missione del cantiere a impatto zero, nella sensibilizzazione alla gestione oculata delle materie prime e alla sostenibilità dei processi produttivi in termini ambientali. La sala macchine rappresenta un tassello portante di questo mosaico.
Da questo approccio culturale è scaturito un workshop tecnico focalizzato sulle tecnologie ad alta efficienza per l’economia dell’imbarcazione:
“L’efficienza energetica a bordo nelle sue varie declinazioni progettuali“, martedì 26 Settembre. Ore 15.
Gli onori di casa sono stati tributati da Ruggero Riva, Presidente Ascomac, e da Massimo Donà, Presidente Ascomac Unimot.
Primo contributo a cura di Cummins. Stefano Unali ha tratteggiato la rotta della formula diesel-elettrica. Michel Kozulic ha tessuto le lodi del Qsk 95, l’high-speed più potente in circolazione.
Francesco Pitardi di Kohler Power Systems ha descritto i plus dei gruppi in parallelo, col controller nuovo, PGen e load management.
Massimiliano Cotterchio, di ZF, ha centrato l’attenzione sullo Smart Command, il processore che ottimizza i sistemi a bordo, e sul sistema integrato.
L’lng. Gallo del Registro italiano navale ha affrontato le normative in essere nel settore, facendo chiarezza sulle limitazioni e sul ‘puzzle’ delle diverse aree applicative e territoriali.
Andrea Castagno di Ecospray ha descritto il retrofit di uno yacht per promuoverlo da Imo Tier 1 a Imo Tier 3. Scrubber e Denox: due parole alle quali la nautica deve assuefarsi.

http://dieselweb.eu/ascomac-unimot-position-paper-a-rimini-seminario-a-genova/

Copyright © 2012 Saim SpA. All rights reserved. Sede Legale: SAIM S.p.A. Sede legale: Via Fratelli Gabba 1/A – 20121 Milano
Cap. soc: 2.160.000,00 € – R.E.A. Milano n. 807037 – Reg. Imp. n. 143011 Tribunale di Milano
Design PSWEB.it di Pierpaolo Sandroni | Sviluppo IoSviluppo.net di Roberto Calabrese